Chi È L Insegnante Di Sostegno?

L’insegnante di sostegno è un insegnante dell’intera classe, con lo stesso peso del docente titolare. Gli alunni devono capire che il ruolo dell’insegnante di sostegno non è quello di “fare i compiti al posto di…” ma quello di permettere agli alunni disabili di fare gli stessi compiti del resto del gruppo. 4.
L’insegnante di sostegno è un insegnante che ha un ruolo particolare che consiste nell’aiutare i bambini e i ragazzi che hanno delle disabilità fisiche o psichiche o che in qualche modo hanno bisogno di un sostegno maggiore.

Quando nasce l’insegnante di sostegno?

La figura dell’insegnante di sostegno nasce nel 1975, anno in cui è stata istituita attraverso il D.P.R. 970/75, ed è regolamentata da una normativa piuttosto ampia e variegata, composta da leggi che si sono succedute nel corso degli anni: Legge517/77.

You might be interested:  Quanto Guadagna Un Insegnante Di Ginnastica?

Quali sono le funzioni dell’insegnante di sostegno?

Ruolo e funzioni dell’insegnante di sostegno. L’insegnante di sostegno è un docente che ha il compito di facilitare l’apprendimento degli alunni a lui affidati. Si tratta di una persona che ha competenze specifiche nell’ambito pedagogico e didattico, che le permettono di intraprendere, con lo studente a lui assegnato e con il gruppo classe,

Quali sono le competenze richieste ad un insegnante di sostegno?

Le principali competenze richieste ad un insegnante di sostegno sono: Competenza in pedagogia e didattica speciale. Capacità di strutturare lezioni e attività adatte alle caratteristiche degli alunni. Competenza nella valutazione di difficoltà e disturbi dell’apprendimento. Conoscenza dei materiali e sussidi didattici per il sostegno scolastico.

Chi ha l’insegnante di sostegno?

La figura dell’insegnante di sostegno a scuola è stata prevista dalla Legge n. 104 del 1992, che garantisce tale figura per tutti i bambini che hanno un handicap fisico, sensoriale o psichico (incluso il ritardo cognitivo), tale da rappresentare una disabilità.

Come si fa a fare l’insegnante di sostegno?

Per diventare docenti di sostegno di ruolo sono necessari: – abilitazione all’insegnamento oppure titolo di studio valido per l’accesso ad almeno una classe di concorso più i 24 CFU; – conseguimento della specializzazione per l’attività di sostegno (TFA sostegno); – superamento di un concorso.

Come si ottiene il sostegno a scuola?

Per ottenere il sostegno è necessario essere in possesso della certificazione L. 104/92 e del CIS (Certificato per l’integrazione scolastica). Entrambi vanno consegnati in segreteria e devono essere protocollati. con la richiesta di visita medica presso la Commissione Asl – INPS.

Quando un bambino ha bisogno di sostegno?

bambini con disabilità; bambini con Funzionamento Intellettivo Limite; bambini con disturbi evolutivi specifici (DSA, ADHD, deficit del linguaggio, delle aree non verbali, della coordinazione motoria, Autismo); bambini con svantaggio linguistico, culturale e socio-economico.

You might be interested:  Insegnante Positiva Cosa Fare?

Chi ha il sostegno a scuola ha la 104?

Chi ha diritto all’insegnante di sostegno secondo la normativa italiana? Secondo la normativa italiana hanno diritto ad avere l’insegnante di sostegno gli alunni in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” che presentano i requisiti previsti dalla Legge 104/1992.

Qual è lo stipendio di un insegnante di sostegno?

Possiamo, dunque, dire che, mediamente, lo stipendio di un insegnante di sostegno è di 1.400 euro netti al mese, per circa poco più di circa 25mila euro lordi all’anno, e si può partire da uno stipendio minimo di 1.100 euro netti al mese per arrivare a superare anche i 1.800 euro netti al mese.

Come si fa a diventare insegnanti di sostegno senza abilitazione?

conseguire una laurea magistrale o titolo equipollente, verificando anche di avere tutti i crediti per le classi di concorso; frequentare uno dei corsi di specializzazione sul sostegno erogati dalle università pubbliche, ovvero i corsi TFA Sostegno; partecipare al Concorso Scuola per la sezione specifica per sostegno.

Quanto costa il corso di specializzazione per il sostegno?

Circa 2.500 – 3.000 euro il costo del corso. TFA sostegno VII ciclo: con Decreto n. 333 del 31 marzo 2022 il Ministero ha dato il via libera ad un nuovo corso per acquisire la specializzazione come insegnante di sostegno.

Come ottenere l’abilitazione per il sostegno?

Primo passo da compiere, dunque, per diventare insegnante di sostegno è l’iscrizione al TFA sostegno. Ovvero si sostiene una prova preliminare e successivamente delle prove concorsuali, una scritta e una orale. La durata massima è di 8 mesi. In tale periodo il candidato arriva al conseguimento di 60 CFU.

You might be interested:  Come Si Diventa Insegnante Di Estetica?

Chi può avere deroghe per il sostegno?

docenti non specializzati, ma che abbiano maturato tre anni di servizio su posto di sostegno nel relativo grado entro l’a. s. 2019/2020, inseriti nella II fascia GPS; docenti delle graduatorie di istituto, quando il posto in deroga è assegnato alla scuola inserita dal docente nell’elenco delle 20 scuole.

Chi certifica la disabilità per ottenere il sostegno?

Certificazione di disabilità: il compito resta all’Inps.

Quando si richiede il sostegno a scuola?

Possono beneficiare dell’insegnante di sostegno gli alunni con disabilità riconosciuti dalle Commissioni Mediche della ASL in «stato di handicap» o «stato di handicap in situazione di gravità» (ai sensi della Legge n. 104/1992).

Quando l ADHD ha il sostegno?

Il bambino con ADHD ha diritto all’insegnante di sostegno? L’attuale legislazione in materia di disabilità (L. 104/92) prevede l’assegnazione di un insegnante di sostegno alla classe solo nel caso in cui uno degli alunni venga segnalato e successivamente “certificato”.

Come capire se un bambino e BES?

Disturbi evolutivi specifici, anch’essi diagnosticabili.

Come riconoscere i Bisogni Educativi Speciali

  1. Difficoltà di concentrazione anche nelle piccole attività di lettura.
  2. Difficoltà a eseguire semplici esercizi di scrittura.
  3. Ricordare con fatica le prime nozioni di matematica.

Chi stabilisce il numero di ore di sostegno?

Sulla base della proposta del GLO con la relativa quantificazione delle ore per i singoli alunni disabili, il dirigente scolastico deve sommare le ore e chiedere all’USR l’assegnazione del correlato numero di ore di sostegno.