Cosa Fa Un Insegnante Di Potenziamento?

Il docente del potenziamento avrà dunque il compito di creare, organizzare, pianificare i progetti atti al miglioramento dell’inclusione scolastica, migliorare il sostegno degli alunni che presentano maggiori difficoltà di apprendimento – e ciò non significa che siano affetti da una forma di disabilità – insegnano la disciplina per cui sono stati assunti, ovvero la classe di concorso per cui hanno titolo all’insegnamento.
apertura pomeridiana delle scuole e riduzione del numero di alunni e di studenti per classe o per articolazioni di gruppi di classi, anche con potenziamento del tempo scolastico o rimodulazione del monte orario rispetto a quanto indicato dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n

Chi fa potenziamento deve partecipare ai consigli di classe?

In base all’art. 2 del Decreto Legislativo n, 62 del 2017, i docenti che nella classe effettuano specifiche attività di potenziamento volte all’ampliamento dell’offerta formativa, non sono tenuti a partecipare agli scrutini.

Cos’è l’insegnante di potenziamento?

28, comma 3, specifica che il docente di potenziamento si occupa prioritariamente delle attività di istruzione, orientamento, formazione, inclusione scolastica, diritto allo studio, coordinamento, ricerca e progettazione previste dal piano triennale dell’offerta formativa, ai sensi dell’art.

You might be interested:  Cosa Fare Per Fare Insegnante Di Sostegno?

Chi decide le ore di potenziamento?

107 del 13 luglio 2015 (“buona scuola”), è quella che attiene al potere del Dirigente scolastico di assegnare i docenti dei posti comuni (detti anche “curriculari”) alle cattedre di “potenziamento” individuati nell’ambito della stessa scuola.

Cosa sono i posti di potenziamento?

Posti potenziamento: per cosa possono essere utilizzati

il completamento degli spezzoni nella scuola dell’infanzia e primaria e nella scuola secondaria; il completamento di singoli spezzoni abbinabili della medesima classe di concorso presenti nella stessa autonomia scolastica.

A cosa serve il Consiglio di istituto?

Il consiglio d’istituto (abbreviato C.D.I.) è uno degli organi collegiali della scuola italiana formato dalle varie componenti interne alla scuola e si occupa della gestione e della trasparenza amministrativa degli istituti scolastici pubblici e parificati statali italiani.

Come funziona la supplenza?

Docenti e ATA sprovvisti di certificazione sono considerati assenti ingiustificati e sospesi dal servizio a partire dal quinto giorno di assenza. Questo personale sarà sostituito da supplenti, che saranno convocati dalle graduatorie di istituto direttamente dai dirigenti scolastici.

A cosa serve il potenziamento a scuola?

Gli interventi di potenziamento sostengono gli alunni nei loro bisogni educativi di ascolto, di accoglienza, e di empatia e in quelli didattici e disciplinari.

Cosa si intende con il termine potenziamento nella scuola dell’infanzia?

Il potenziamento è uno strumento specialistico offerto dal pedagogista a supporto del bambino, dei suoi bisogni, delle sue difficoltà di apprendimento; ha come fine ultimo lo sviluppo delle potenzialità, il miglioramento delle abilità, la compensazione in caso di disturbi.

Quanto percepisce un insegnante di sostegno?

Stipendio Insegnante di Sostegno – Variazioni

Professione Stipendio Variazione
Insegnante di Sostegno Scuole Superiori 1.540 €/mese +10%
Insegnante di Sostegno di Scuola Media 1.500 €/mese +7%
Insegnante di Sostegno 24 Ore 1.400 €/mese ±0%
Insegnante di Sostegno di Scuola Primaria 1.360 €/mese -3%
You might be interested:  Come Diventare Insegnante Itp?

Chi individua il personale da assegnare ai posti dell’organico dell’autonomia scolastica?

Ma a chi spetta deciderne l’assegnazione? Per il Giudice monocratico l’individuazione dei posti da assegnare al personale dell’organico dell’autonomia compete al dirigente scolastico ai sensi del comma 18 dell’art. 1 della legge 107/2015.

Chi decide cambio orario scolastico?

La delibera per la determinazione dell’orario scolastico compete quindi al Consiglio di Istituto (vero Governo della scuola), sentito il parere del collegio dei docenti. Il Ds, che “dirige” ma non “governa” la scuola, provvede alla formulazione dell’orario e alla sua estensione.

Chi deve fare le sostituzioni dei docenti assenti?

Il Dirigente Scolastico, dopo aver verificato che tutte le legittime soluzioni normative non si rivelano idonee a sopperire alla sostituzione dei docenti assenti, può provvedere alla chiamata del supplente anche per assenze inferiori ai 15 giorni.

Quante ore a disposizione si possono avere?

Capita spesso che i docenti precari ottengano delle supplenze su spezzoni di orario e non su cattedra intera. Questi docenti avranno diritto a completare l’orario di lavoro settimanale fino ad un massimo di 25 ore nella scuola dell’infanzia, 24 ore nella scuola primaria e 18 ore nella scuola secondaria.

Cosa c’è nel PTOF?

Contenuti del PTOF

situazione di partenza. analisi comparativa tra punti deboli e quelli di forza. descrizione dell’istituto. orientamento ai cicli di istruzione successivi.

Chi sono i docenti di ruolo dell’organico dell’autonomia?

L’organico dell’autonomia è disciplinato dall’art. 1 comma 63 della legge 107/15 che oltre a definirlo, stabilisce che è costituito dai posti comuni, dai posti di sostegno e dai posti per il potenziamento.