Insegnante Di Sostegno Cosa Deve Fare?

Il ruolo dell’insegnante di sostegno L’insegnante di sostegno è colui che promuove l’inclusione dei bambini disabili nell’ambiente scolastico. Il suo ruolo è quello del mediatore: deve facilitare l’apprendimento e la partecipazione dei bambini con disabilità.
Tra i compiti principali di questa figura professionale c’è sicuramente la promozione della socialità e dell’apprendimento: l’alunno non deve soltanto imparare le discipline ma deve anche apprendere come ci si relaziona con gli altri favorendo l’integrazione e l’inclusione scolastica e sociale.

Quali sono i compiti di un insegnante di sostegno?

L’insegnante di sostegno è un docente specializzato nell’insegnamento a bambini e ragazzi con disabilità (fisiche, mentali, cognitive), disturbi comportamentali e dell’apprendimento.

Come essere una brava insegnante di sostegno?

7 Qualità dell’Insegnante di Sostegno

  1. Sorridente.
  2. Elasticità
  3. Sostenere con discrezione.
  4. Capacità di collaborazione.
  5. Conoscenza del computer come strumento compensativo.
  6. Conoscere a fondo il proprio ruolo.
  7. Competenze e conoscenze teoriche.

Chi richiede l’utilizzo di un insegnante di sostegno?

Viene nominato dal Provveditore agli Studi della Provincia, su segnalazione delle scuole che prevedono la presenza nel Circolo o nell’Istituto di alunni portatori di handicap certificati.

You might be interested:  Quanto Guadagna Un Insegnante Di Conservatorio?

Chi deve accompagnare l’alunno disabile in bagno?

Sulla questione è intervenuto il prof. Nocera, già vicepresidente nazionale della F I S H federazione italiana per il superamento dell’handicap ‘ Ribadisco che il compito dell’assistenza igienica è dei Collaboratori e delle Collaboratrici scolastiche, che debbono ricevere l’incarico dal Dirigente scolastico.

Quante ore fa l’insegnante di sostegno?

Orario servizio

L’orario dell’insegnante di sostegno è uguale a quello dei docenti dell’ordine di scuola di servizio. Scuola dell’infanzia: 25 ore settimanali. Scuola primaria: 22 ore settimanali + 2 ore di programmazione settimanale. Scuola secondaria di primo grado: 18 ore settimanali.

Quanti bambini può avere un insegnante di sostegno?

Secondo quanto denunciato nel testo dal coordinamento, “i docenti di sostegno in organico di diritto sono stati assegnati, per quasi tutte le scuole, con un rapporto di 1 insegnante ogni 4 alunni”.

Cosa mi spinge a diventare insegnante di sostegno?

La motivazione deriva solo da una scelta. Una scelta personale, convinta e soprattutto libera. La scelta di fare sostegno, nella scuola pubblica, cercando di lavorare bene in vista dell’integrazione di tutti gli alunni e della crescita di tutto il sistema scolastico.

Perché vuoi diventare un insegnante di sostegno?

#1 Perché l’insegnante di sostegno è quello che entra più in comunicazione con ragazzi che spesso hanno una sensibilità diversa, alternativa, più profonda, e quindi ci possono permettere di tradurre ciò che hanno da dire, e farlo sentire a tutti.

Chi ha il sostegno ha la 104?

Secondo la normativa italiana hanno diritto ad avere l’insegnante di sostegno gli alunni in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” che presentano i requisiti previsti dalla Legge 104/1992.

You might be interested:  Quanto Guadagna Insegnante?

Chi fa il profilo di funzionamento?

È redatto con la collaborazione dei genitori della bambina o del bambino, dell’alunna o dell’alunno, della studentessa o dello studente con disabilità, nonché con la partecipazione di un rappresentante dell’amministrazione scolastica, individuato preferibilmente tra i docenti della scuola frequentata.

Chi deve fare la diagnosi funzionale?

Chi la redige

Alla D.F. provvede l’unità multidisciplinare composta dal medico specialista nella patologia segnalata, dallo specialista in neuropsichiatria infantile, dal terapista della riabilitazione, dagli operatori sociali in servizio presso l’A.S.L. o in regime di convenzione con la medesima.

Quanto guadagna un insegnante di sostegno delle superiori?

Possiamo, dunque, dire che, mediamente, lo stipendio di un insegnante di sostegno è di 1.400 euro netti al mese, per circa poco più di circa 25mila euro lordi all’anno, e si può partire da uno stipendio minimo di 1.100 euro netti al mese per arrivare a superare anche i 1.800 euro netti al mese.

Chi deve accompagnare i bambini in bagno?

Il servizio è riservato agli utenti registrati. I bambini della scuola materna vanno accompagnati e sorvegliati anche in bagno, poiché in caso d’incidente la scuola è sempre responsabile. Lo ha deciso la Sezione Terza Civile della Cassazione con la sentenza n. 9906 depositata il 26 aprile scorso.

Quali sono i compiti di un collaboratore scolastico?

E’ addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni e del pubblico; di pulizia e di carattere materiale inerenti l’uso dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici,

Chi pulisce il bambino disabile a scuola?

Personale ATA: pulizia degli alunni disabili spetta ai collaboratori scolastici.