Nel 2017 Cosa Vuol Dire Essere Insegnante Di Sostegno?

Tale figura è stata da ultimo ridefinita dal Decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, che riconosce l’insegnante di sostegno come un docente, presente nelle scuole dell’ ordinamento scolastico italiano, specializzato nella didattica speciale per l’integrazione di alunni con disabilità certificata.

Quali sono le competenze richieste ad un insegnante di sostegno?

Le principali competenze richieste ad un insegnante di sostegno sono: Competenza in pedagogia e didattica speciale. Capacità di strutturare lezioni e attività adatte alle caratteristiche degli alunni. Competenza nella valutazione di difficoltà e disturbi dell’apprendimento. Conoscenza dei materiali e sussidi didattici per il sostegno scolastico.

Come fare l’insegnante oggi?

Fare l’insegnante oggi è provare l’ebbrezza di sentirsi in mezzo alle correnti ascensionali, difficili da trovare, ma che ti porteranno lontano senza preoccuparti di scegliere la meta nell’infinito spazio della conoscenza. Ci vuole passione e commozione per capire le intime emozioni e desideri dei tuoi alunni, di ognuno dei tuoi alunni.

You might be interested:  Come Diventare Insegnante Di Educazione Fisica Alle Elementari?

Cosa significa essere insegnante di sostegno?

L’insegnante di sostegno è un insegnante che ha un ruolo particolare che consiste nell’aiutare i bambini e i ragazzi che hanno delle disabilità fisiche o psichiche o che in qualche modo hanno bisogno di un sostegno maggiore.

Quale Legge ha introdotto l’insegnante di sostegno?

1982, Legge n. 270: istituzione del ruolo dell’ insegnante di sostegno 1975, Commissione Falcucci, “documento Falcucci”, l’effettiva integrazione di alunni con deficit passa prima di tutto attraverso la convinzione che essi sono i veri protagonisti della propria crescita.

Quando è stata introdotta la figura dell’insegnante di sostegno?

La figura dell’insegnante “di sostegno” è nata giuridicamente con il D.P.R. 970/1975, come docente ‘specialista’, distinto dagli altri insegnanti curricolari ed è stata ulteriormente definita dalla Legge 517/77 che ratifica il diritto alla piena integrazione degli studenti con handicap nella scuola pubblica.

Quando manca l’insegnante di sostegno?

In caso di assenza del docente di sostegno, il Dirigente Scolastico deve nominare un supplente con specializzazione fino dal primo giorno di assenza, per la tutela e la garanzia dell’offerta formativa.

Cosa spinge una persona a fare l’insegnante di sostegno?

La motivazione deriva solo da una scelta. Una scelta personale, convinta e soprattutto libera. La scelta di fare sostegno, nella scuola pubblica, cercando di lavorare bene in vista dell’integrazione di tutti gli alunni e della crescita di tutto il sistema scolastico.

Chi ha il sostegno ha la 104?

Secondo la normativa italiana hanno diritto ad avere l’insegnante di sostegno gli alunni in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” che presentano i requisiti previsti dalla Legge 104/1992.

You might be interested:  Come Diventare Insegnante Cambridge?

Quale Legge ha introdotto la figura del docente specializzato per le attività di sostegno rivolte agli alunni disabili nelle scuole comuni?

Secondo quanto previsto dalla legge 104/92 l’attività dell’insegnante di sostegno specializzato è rivolta alla classe in cui è iscritto un alunno in situazione di handicap.

Cosa dice la Legge 517 del 1977?

Essa sancisce il diritto all’istruzione e all’educazione nelle sezioni e classi comuni per tutte le persone in situazione handicap precisando che “l’esercizio di tale diritto non può essere impedito da difficoltà di apprendimento né da altre difficoltà derivanti dalle disabilità connesse all’handicap”.

Quale Legge ha introdotto il PEI?

La famiglia. La famiglia ha diritto di partecipare alla formulazione del PEI (articolo 12, comma 5, Legge 104/1992) e non può esserne esclusa.

Quale Legge introduce l’inclusione?

La legge 170/2010

È con questa legge che si concretizza l’approccio innovativo dell’inclusione scolastica e si definiscono tutti gli strumenti e le metodologie per consentire il pieno sviluppo del processo formativo a partire dalla singolarità e complessità di ogni persona.

Quale anno è considerato il punto di svolta verso l’integrazione scolastica nella scuola italiana?

Una ricostruzione dell’iter legislativo riguardante l’integrazione scolastica, e dei relativi principi, è presente nelle “Linee guida per l’integrazione degli alunni con disabilità” del 4 agosto 2009.

Quanto guadagna un insegnante di sostegno delle superiori?

Possiamo, dunque, dire che, mediamente, lo stipendio di un insegnante di sostegno è di 1.400 euro netti al mese, per circa poco più di circa 25mila euro lordi all’anno, e si può partire da uno stipendio minimo di 1.100 euro netti al mese per arrivare a superare anche i 1.800 euro netti al mese.

You might be interested:  Come Diventare Insegnante Di Ballo?

Chi sostituisce il docente assente?

Cosa può fare il DS

Per sostituire i docenti assenti temporaneamente, il DS può procedere nel seguente modo: Utilizzare gli insegnanti in soprannumero o con ore a disposizione (ormai mosche bianche nelle scuole con la proliferazione delle COE) Ricorrere ai docenti con ore in contemporaneità nella scuola primaria.

Chi deve accompagnare l’alunno disabile in bagno?

Sulla questione è intervenuto il prof. Nocera, già vicepresidente nazionale della F I S H federazione italiana per il superamento dell’handicap ‘ Ribadisco che il compito dell’assistenza igienica è dei Collaboratori e delle Collaboratrici scolastiche, che debbono ricevere l’incarico dal Dirigente scolastico.

Quando l’insegnante di sostegno può sostituire il collega assente?

Il docente di sostegno può supplire un collega assente se si verificano “casi eccezionali non altrimenti risolvibili”, cioè deve verificarsi che: L’alunno con disabilità è assente. Le soluzioni sopraindicate non risultino attuabili e non è possibile convocare supplenti esterni.