Quanto Guadagna Un Insegnante Delle Superiori In Italia?

Lo stipendio massimo di un Insegnante delle Scuole Superiori in Italia è di circa 2.000 € netti al mese. Tra le retribuzioni più alte troviamo quella dell’Insegnante con più di 27 Anni di Contributi.
In particolare, per i docenti di scuola superiore, lo stipendio a inizio carriera è di 1.350,54 euro netti al mese. Sale sui 1.500 euro per insegnanti di scuole statali che hanno tra 10 e 15 anni di carriera per poi aumentare progressivamente fino ai 1.960 euro circa di fine carriera.

Quanto guadagna un insegnante a 18 ore?

supplenza di 12 ore/settimana: 1.057 euro; supplenza di 14 ore/settimana: 1.208 euro; supplenza di 16 ore/settimana: 1.329 euro; supplenza di 18 ore/settimana: 1.460 euro.

Quanto guadagna un professore di ruolo?

Qual è la differenza? Di solito, uno stipendio a inizio carriera si aggira attorno ai 1.760.88 lordi, che netti diventano 1.350 euro. A fine carriera, invece, si arriva fino a 2.625.78 lordi con 1.960 euro netti.

Quanto guadagna un insegnante di italiano?

Il salario medio reale dei docenti italiani dai 25 ai 64 anni, invece, è di circa 29 mila euro lordi per le scuole dell’Infanzia e primaria, 31 mila euro per la secondaria di primo grado e 33 mila euro per la secondaria di secondo grado.

You might be interested:  Come Diventare Insegnante Delle Elementari?

Quanto guadagna una professoressa di scuola media?

Lo stipendio medio di un Insegnante di Scuola Media è di 1.600 € netti al mese (circa 29.500 € lordi all’anno), superiore di 50 € (+3%) rispetto alla retribuzione mensile media in Italia.

Quanto guadagna un docente di scuola media?

Per l’insegnante della scuola secondaria di secondo grado, l’insegnante percepisce inizialmente come un docente delle medie (20.973€) fino ad arrivare a 32.912€; nel periodo compreso tra i 9 e 14 anni di servizio è di 24.062€.

Quanto guadagna un insegnante al mese?

Mensilmente, lo stipendio base di un insegnante di scuola superiore è di 1.300 euro netti, per poi raggiungere e superare i 1.800 euro a fine carriera.

Quanto guadagnano i primari?

Un medico ospedaliero guadagna tra i 1.900 ai 2.900 netti a seconda degli scatti di anzianità, ai quali vanno aggiunti turni notturni o festivi, reperibilità e straordinari. Un primario non prende meno di 4500 euro netti al mesi. Un medico di famiglia può arrivare a 5000 euro al mese lordi.

Qual è lo stipendio di un prete?

I semplici preti guadagnano circa 1000 euro al mese, mentre i parroci guadagnano circa 1200 euro al mese. La crescita dello stipendio, dunque, non dipende solo dalla carica, ma anche dall’anzianità (che d’altra parte va di pari passo con la possibilità di ottenere ruoli di prestigio).

Quanto guadagna una maestra elementare netto?

Lo stipendio medio di un insegnante di scuola primaria è di 1.500 euro netti al mese, circa 27.400 e lordi all’anno, e può partire da uno stipendio minimo di 1.260 euro netti al mese per arrivare ad uno stipendio massimo di oltre superare i 1.700 euro netti al mese.

You might be interested:  Come Diventare Insegnante 2019?

Quanto si guadagna in una scuola paritaria?

Lo stipendio di chi insegna in una scuola privata

Tutti più o meno sanno, che rispetto ad un istituto pubblico il salario è decisamente più basso. Secondo alcune esperienze di vecchi insegnanti, il guadagno mensile si aggira a €800/€900 per 20 ore settimanali.

Quali insegnanti guadagnano di più?

In Europa gli insegnanti che vantano gli stipendi più alti sono quelli di Danimarca, Germania, Lussemburgo, Svizzera e Liechtenstein: in questi Paesi, tutti caratterizzati da un PIL pro capite alto, gli stipendi lordi annui dei docenti sono superiori ai 50.000 euro.

In quale paese gli insegnanti guadagnano di più?

Ancora più alti, ossia tra 30.000 e 49.000 €, sono quelli degli insegnanti in Belgio, Irlanda, Spagna, Paesi Bassi, Austria, Finlandia, Svezia, Islanda e Norvegia.

Quanto si guadagna a 25 anni?

I giovani guadagnano meno dei 50enni: 11.456 euro lordi se maschi e 8.063 se femmine tra i 20 e i 24 anni. I guadagni aumenti a 16.968 e 13.414 euro nella fascia d’età tra 25 e 29 anni, rispettivamente per uomini e donne, e a 21.159 e 15.981 fra i 30 e i 34enni.