U Insegnante Di Sostegno Puo Fare Sostituzione In Classe Quando Ha Il Proprio Alunno?

Sostituzione colleghi assenti “L’insegnante per le attività di sostegno non può essere utilizzato per svolgere altro tipo di funzioni se non quelle strettamente connesse al progetto d’integrazione, qualora tale diverso utilizzo riduca anche in minima parte l’efficacia di detto progetto”. MIUR nota prot.

Cosa non può fare l’insegnante di sostegno?

Sono esclusi quindi dal sostegno i ragazzi con DSA, che però possono usufruire di programmi di potenziamento, tecnologie assistive e misure dispensative, come verifiche personalizzate o l’autorizzazione ad evitare prestazioni particolarmente problematiche per l’alunno.

Chi deve sostituire l’insegnante di sostegno?

In caso di assenza del docente di sostegno, il Dirigente Scolastico deve nominare un supplente con specializzazione fino dal primo giorno di assenza, per la tutela e la garanzia dell’offerta formativa.

Dove si siede l’insegnante di sostegno in classe?

Il docente di sostegno si siede al suo banco e in caso di necessità, indossando la mascherina, si avvicina al banco dell’alunno, che indossa a sua volta la mascherina. Se l’allievo non può indossare la mascherina, il docente di sostegno indossa la mascherina e la visiera

You might be interested:  Quanti Bambini Per Insegnante Scuola Dell'Infanzia?

Quando l’insegnante di sostegno può sostituire il collega assente?

Il docente di sostegno può supplire un collega assente se si verificano “casi eccezionali non altrimenti risolvibili”, cioè deve verificarsi che: L’alunno con disabilità è assente. Le soluzioni sopraindicate non risultino attuabili e non è possibile convocare supplenti esterni.

Cosa fa l’insegnante di sostegno se manca il bambino?

Pertanto lo spostamento del docente di sostegno, in caso di assenza dell’alunno disabile e peggio ancora in sua presenza, non è legittimo. Considerato quanto sopra, in caso di assenza dell’alunno disabile, l’insegnante di sostegno è tenuto a rimanere nella classe di contitolarità, cui è stato assegnato.

Chi deve accompagnare l’alunno disabile in bagno?

Sulla questione è intervenuto il prof. Nocera, già vicepresidente nazionale della F I S H federazione italiana per il superamento dell’handicap ‘ Ribadisco che il compito dell’assistenza igienica è dei Collaboratori e delle Collaboratrici scolastiche, che debbono ricevere l’incarico dal Dirigente scolastico.

Quanto guadagna un insegnante di sostegno delle superiori?

Possiamo, dunque, dire che, mediamente, lo stipendio di un insegnante di sostegno è di 1.400 euro netti al mese, per circa poco più di circa 25mila euro lordi all’anno, e si può partire da uno stipendio minimo di 1.100 euro netti al mese per arrivare a superare anche i 1.800 euro netti al mese.

Quale documento attesta il diritto ad usufruire dell’insegnante di sostegno a scuola?

Documenti da presentare

Alla domanda per richiedere l’attivazione dell’insegnante di sostegno, è necessario allegare: -certificazione dello stato di handicap o dello stato di handicap in situazione di gravità (ai sensi della Legge n. 104/1992); -diagnosi funzionale.

Quanti alunni per insegnante di sostegno?

Secondo quanto denunciato nel testo dal coordinamento, “i docenti di sostegno in organico di diritto sono stati assegnati, per quasi tutte le scuole, con un rapporto di 1 insegnante ogni 4 alunni”.

You might be interested:  Come Cambiare Scuola Superiore?

Come essere una brava insegnante di sostegno?

7 Qualità dell’Insegnante di Sostegno

  1. Sorridente.
  2. Elasticità
  3. Sostenere con discrezione.
  4. Capacità di collaborazione.
  5. Conoscenza del computer come strumento compensativo.
  6. Conoscere a fondo il proprio ruolo.
  7. Competenze e conoscenze teoriche.

Cosa deve fare l’insegnante di sostegno?

L’insegnante di sostegno è una figura professionale e specializzata, con il compito di essere, all’interno del team docente, un riferimento specifico per la progettazione, la realizzazione e la verifica degli interventi idonei ad affrontare positivamente le situazioni di disabilità presenti nella classe.

Chi ha il sostegno ha la 104?

Secondo la normativa italiana hanno diritto ad avere l’insegnante di sostegno gli alunni in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” che presentano i requisiti previsti dalla Legge 104/1992.